versione: grafica
galleria fotografica

ORIGINI

Il Gruppo Verbanese Sciatori Ciechi è nato dalla collaborazione e dall'iniziativa congiunta del Lions Club e del C.A.I. (Club Alpino Italiano) di Verbania.
Invero l'inizio dell'attività ha un prodromo che risale alla primavera del 1981 quando l'allora Presidente del Lions di Verbania, Carlo Alberti, incontra i Lions Locarnesi ed ha occasione di conoscere il particolarissimo "service" che il Lions Locarnese svolgeva dando supporto al "Gruppo Ticinese Sciatori Ciechi". L'anno successivo in un intermeeting del Lions Verbanese con quello di Locarno fu presentato un filmato sul "Gruppo Ticinese" che ne illustrava attività e scopi. Già nel 1978 il Gruppo Ticinese si era fatto conoscere in Italia avendo trascorso un week end sulle nevi di Macugnaga dove aveva suscitato grande curiosità e interesse.

Comparvero allora per la prima volta sulle nostre piste quelle giacche gialle con la banda nera che sarebbero poi diventate il segno di riconoscimento degli sciatori ciechi.
Tuttavia soltanto 4 anni più tardi questo messaggio sarebbe stato raccolto tramite il Lions Verbanese e realizato per mezzo di alcuni istruttori della Scuola di Sci e sci-alpinismo della sezione di Intra del CAI. A differenza dei maestri professionisti delle scuole di sci, gli instruttori del CAI erano già abituati a un certo tipo di servizio gratuito e volontario a favore dei soci del sodalizio e quando, tra i primi Emilio Songa (allora direttore del corso di sci) e Olinto Pescio, vennero coinvolti in questa nuova idea, accettarono con entusiasmo e senza fatica. E il resto venne da solo. Altri si unirono all'iniziativa. Non senza un misto di curiosità e timore ma con entusiasmo.
L'amicizia maturata durante le trascorse in montagna fece da naturale catalizatore e come talvolta succede quando ci sono certe idee di fondo, si creò un'intesa spontanea senza troppe spiegazioni.
Così da un primo gruppo di amici si formarono le prime guide.
Tra il maggio e il settembre 1982 in una serie di incontri con gli amici ticinesi si posero le basi organizative e tecniche del Gruppo.
II primo incontro di aggiornamento tecnico si svolse a Laax, in Svizzera, per apprendere le prime metodologie di insegnamento e far pratica con la guida di alcuni di questi ragazi ticinesi ciechi.
In seguito il legame di amicizia con il Gruppo Ticinese si è sempre mantenuto in tutti questi anni e si è intensificato con lo scambio di esperienze reciproche, con approfondimenti tecnici, didattici, operativi ma soprattutto con la forza dell'entusiasmo.